Per avviare la ricerca, digitare almeno 2 caratteri.

Rispetto delle norme semplificato

Monitoraggio preciso dei fosfati nella produzione di verdure surgelate con Liquiline System CA80PH

La legislazione relativa alla concentrazione di fosfati all'uscita degli impianti di trattamento delle acque reflue industriali è molto severa. Pasfrost era convinta che, per poter garantire il rispetto delle rigorose norme di legge, era necessaria una soluzione automatica di facile impiego. Liquiline System CA80PH permette di misurare con precisione anche le concentrazioni di fosfati molto ridotte e, una volta installato, necessita di una manutenzione minima.

L'impianto di trattamento delle acque reflue industriali di Pasfrost ©Endress+Hauser

L'impianto di trattamento delle acque reflue industriali di Pasfrost a Passendale, Belgio

Vantaggi in breve

  • La misura precisa e affidabile dei fosfati garantisce il pieno rispetto dei requisiti di legge.

  • I due analizzatori Liquiline System CA80PH richiedono una bassa manutenzione e sono semplici da utilizzare.

  • L'eliminazione più efficiente dei fosfati riduce i costi, in quanto il dosaggio del precipitante può essere adattato in base ai risultati di misura.

Logo di Pasfrost

“Nel nostro nuovo impianto di trattamento delle acque reflue industriali, abbiamo la certezza di ottenere automaticamente valori di misura comparabili.”

Alexander Wallays
Pasfrost NV.

La sfida

Pasfrost tratta le verdure fresche per la surgelazione, perciò effettua molte operazioni che richiedono un elevato consumo d'acqua. Il suo nuovo impianto di trattamento delle acque reflue è progettato per depurare 250 m3 d'acqua ogni ora. Inoltre, Pasfrost dispone di un impianto di trattamento in cui purifica una gran parte delle acque reflue risultanti dai processi per renderle potabili e poterle così riutilizzare. Le acque reflue altamente concentrate in uscita da questo ulteriore impianto di depurazione e potabilizzazione dell'acqua rendono impegnativo il rispetto delle disposizioni di legge.

La soluzione

Pasfrost ha installato due analizzatori Liquiline System CA80PH: il primo misura i fosfati nel flusso d'acqua a valle del trattamento anaerobico, mentre il secondo li misura dopo la fase di denitrificazione. Pasfrost ha optato per il dispositivo CA80PH perché il suo metodo del blu di molibdeno offre risultati di misura molto più precisi rispetto al metodo del giallo usato da molti dispositivi concorrenti. Ai sensi della legislazione belga, la concentrazione media di fosfati deve essere inferiore a 3 mg/l all'uscita dell'impianto di trattamento delle acque reflue.

L'effetto della concentrazione delle acque reflue nell'impianto di depurazione dell'acqua potabile per un fattore quattro richiede che la concentrazione di fosfati sia minore di 0,75 mg/L. Per concentrazioni di fosfati così basse, il metodo del giallo è soggetto a errori con le acque giallognole, come spesso sono le acque reflue. Viceversa, il metodo del blu utilizzato dal CA80PH fornisce valori di misura affidabili per garantire il rispetto della legislazione sugli effluenti.